Trasferire la residenza all'estero

Trasferire la residenza all'estero

Il cittadino che intende trasferire la residenza all’estero per un periodo superiore a 12 mesi può dichiarare il trasferimento di residenza all’estero direttamente al Consolato italiano dello stato in cui ha stabilito la propria residenza oppure, prima di espatriare, può rendere la dichiarazione al Comune italiano di residenza. In questo caso, il cittadino ha l’obbligo di recarsi comunque entro 90 giorni dall’arrivo all’estero al Consolato di competenza per rendere la dichiarazione di espatrio.

Il Consolato invierà al Comune di provenienza il modello ministeriale per la richiesta di iscrizione all’AIRE. La cancellazione dal registro della popolazione residente e l’iscrizione all’AIRE decorrono dalla data in cui l’interessato ha reso la dichiarazione di espatrio al Comune e saranno effettuate entro due giorni dal ricevimento del modello consolare.

Se entro un anno il Comune non riceve dal Consolato la richiesta di iscrizione all’AIRE sarà avviato il procedimento di cancellazione del richiedente per irreperibilità.

Se invece la richiesta di iscrizione all’AIRE viene presentata direttamente al Consolato, come consentito dalla vigente normativa, questa comporterà l’automatica cancellazione dal registro della popolazione residente. La cancellazione dal registro della popolazione residente l’iscrizione all'AIRE saranno effettuate dal Comune entro due giorni dal ricevimento del modello consolare e con decorrenza dalla data del ricevimento del modello stesso.

In Comune di Pralboino…

Per sapere quali sono le modalità per effettuare il cambio di residenza in questa fase della pandemia Covid, cliccare qui

 

ACCERTAMENTI SULLA DICHIARAZIONE ED EFFETTI DELL'ACCERTAMENTO NEGATIVO

A seguito della richiesta di cambio di residenza all'estero, la Polizia Locale provvederà ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti per l’iscrizione stessa, in particolare la veridicità della cambio di dimora abituale dichiarato.

Trascorsi 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata senza che sia stata effettuata la comunicazione dei requisiti mancanti, l’iscrizione si intende confermata. 

Nel caso di ricevimento di comunicazione di requisiti mancanti, ai sensi dell’art. 10/bis della Legge n. 241/1990, l'interessato ha 10 giorni per presentare per iscritto le sue osservazioni, trascorso tale termine decadranno i benefici eventualmente conseguiti, verrà rispristinata la residenza precedente e nei confronti dei dichiaranti verrà effettuata la segnalazione all’autorità di Pubblica sicurezza, ai sensi dell’art. 76 DPR  n. 445/2000, di possibile reato di falsa dichiarazione a pubblico ufficiale.

 

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Certificati e documenti
Ultimo aggiornamento: 23/07/2020 13:24.28